I vincitori del Pomilio Blumm Prize Next Artists 2016

Martedì 8 marzo all’Aurum di Pescara sono stati proclamati i vincitori del Pomilio Blumm Prize Next Artists 2016, il concorso rivolto ai giovani talenti delle scuole d’arte italiane, europee e del bacino del Mediterraneo promosso dall’agenzia Pomilio Blumm. Tra le 179 opere in gara, la giuria ha selezionato e premiato le tre più originali interpretazioni del tema del premio: il rinoceronte.

Vincitore assoluto Badi Assaf del Liceo Artistico Dossi di Ferrara con l’opera“Continuità”«per aver saputo interpretare il respiro secolare di una storia lunga generazioni». Segue Irene Breda (IIS Olivieri, Brescia) che si aggiudica il titolo di vincitore europeo con “L’animale sfaccettato”, un prisma caleidoscopico di prospettive luminose che «regala alla composizione profondità, solidità e agilità al tempo stesso». Terzo riconoscimento a Ilaria Duregon (Liceo Artistico Misticoni, Pescara) – vincitore italiano – grazie all’installazione minimalista di ferro e luce dal titolo “Rinoceronte a molla” che ha saputo «cogliere l’essenza intima del rinoceronte, in perenne divenire». Premiato anche il lavoro di Martina Grosso del Primo Liceo Artistico di Torino con il “Most Liked Award” per l’opera più votata online.

Il vincitore assoluto riceverà 500 euro e la possibilità di vedere la propria opera esposta a Bruxelles in occasione dell’evento di premiazione del Pomilio Blumm Prize Art in Progress 2016, mentre per gli altri due vincitori è previsto un riconoscimento di 250 euro. Per tutti la possibilità effettuare una settimana di stage formativo presso l’agenzia Pomilio Blumm, promotrice del premio.

Clicca e scopri le opere di tutti i partecipanti al Pomilio Blumm Prize Next Artists 2016.